OFFERTE DEL MESE


Home

 

GUIDA AL COLORE

 

QUALI FATTORI BISOGNA CONSIDERARE DURANTE LA SCELTA E L’ACQUISTO DI UN TONER A COLORI?

 

Materiali testati accuratamente

Le Prove di laboratorio sui toner sono

essenziali per valutare sia la qualità delle

scorte analizzate (prestazioni senza difetti

per l’intera durata del prodotto), sia il

valore delle materie prime (numero di stampe

standard della cartuccia rispetto all’OEM).

Tutti i prodotti sono sottoposti a massicce

prove di collaudo per verificarne i parametri

di funzionamento, successivamente, per voi,

selezioniamo solo le materie prime migliori.

 

Consumo del toner: la quantità di toner impiegato per pagina

Un Consumo di toner elevato e variabile durante la durata della cartuccia causa due problemi principali: qualità di colore variabile e resa per pagina scarsa. La Quantità di toner trasferita sulla pagina determina il colore della stampa,

particolarmente per colori miscelati, per esempio nella miscelazione di Magenta e giallo per creare il rosso. Se la quantità di toner sulla pagina varia, la qualità del colore risulta alterata o incostante (nelle condizioni migliori), come dimostrato dai toner  A e B in Figura 1.

Inoltre, se la quantità di toner su ciascuna pagina è maggiore di quella dell’ OEM, la resa della cartuccia risulterà inferiore. Ciò è dimostrato nel grafico dalle linee più corte: le cartucce testate si esauriscono molto prima a causa del consumo di toner.

Facciamo un esempio concreto: se il toner B è in commercio ad un prezzo di 15€, rispetto al toner di Tonertech venduto a 20€ , il consumatore potrebbe inizialmente pensare che il toner B è la soluzione più efficiente in termini di costo. I risultati del test di stampa, tuttavia, dimostra che il toner B ha un consumo maggiore, con conseguente rendimento di stampa pari a circa 4500, rispetto al toner OEM e di Tonertech, il cui rendimento è superiore a 9000.

 

Efficienza di trasferimento toner: la percentuale di toner trasferito sulla carta

La percentuale di toner trasferito sulla carta rispetto allo scarto è nota come efficienza di trasferimento. Se un toner presenta una efficienza di trasferimento scarsa o variabile, la quantità di toner che finisce negli scarti risulta notevole,    con conseguente spreco di denaro.

Nella figura 2 vengono presentati,

a titolo di esempio, i risultati delle

prove eseguite da Tonertech su

quattro toner magenta HP 3700:

Originale, Tonertech, e due toner

in commercio per il rigenerato.

Lo scarto relativo ai toner sia

dell’originale (OEM) sia di Tonertech

è pari al 10% circa, mentre lo scarto

del toner B è maggiore del 50%. Una scarsa efficienza di trasferimento è anche sinonimo di difetti evidenti, come colori errati o sbiaditi, per tutta la durata della cartuccia e una considerevole presenza di polvere nella stampante con conseguenti possibili difetti di stampa e danni alla macchina.

 

Prestazioni toner a colori attualmente in commercio

Tonertech ha testato una serie di toner disponibili sul mercato per i motori di stampanti HP 4600, QMS 2300 (Epson C900/1900), HP2500, e HP 3700. Per ricevere i dati completi, e per qualsiasi domanda di tipo tecnico, si prega di contattare Tonertech al numero 085-4503791.

 

Metodologia di test

Sono state effettuate prove di stampa con “barre” dei quattro colori primari (ciano, Magenta, giallo e nero), con una copertura totale di pagina del 20% (5% per ciascun colore). Le cartucce sono state pesate all’inizio della prova e successivamente ogni 1000 stampe (sia i serbatoi sia le unità di scarto). In questo modo risulta possibile determinare il consumo e l’efficienza di trasferimento del toner per ciascuna cartuccia per tutta la durata, sino alla comparsa del messaggio “sostituire la cartuccia” sulla stampante.

 

CARRELLO

VirtueMart
Il carrello è vuoto.




Powered by Joomla!. Designed by: Child WordPress Template  Valid XHTML and CSS.